sabato 25 marzo 2017

Segnalazione: "OscuraMente" e "La mente non oscura" di Gianluca Giusti


Doppia segnalazione! Vi presentiamo due saggi a carattere divulgativo che ci hanno incuriosito per l'argomento trattato: si parla infatti della nostra mente. Abbiamo voluto saperne di più dall'autore stesso, Gianluca Giusti, che ci ha concesso una mini intervista!



Titolo: OscuraMente
Autore: Gianluca Giusti

Editore: Errekappa Edizioni

Pubblicazione: 2013

Pagine: 116

Cartaceo: € 14,90 e versione digitale: € 6,99 nei principali e-shop (ibs, Amazon)



Sinossi

È vero che usiamo solo una minima parte delle nostre facoltà mentali e che è proprio la scienza a dimostrarlo? Chi sostiene di avere poteri speciali che gli permettono di piegare metalli, spostare oggetti, leggere nel futuro o nei libri senza averli letti, comunicare con l'oltretomba o telepaticamente ci riesce grazie a un uso di percentuali maggiori delle sue facoltà mentali? Oppure no? Come stanno realmente le cose e cosa dice veramente la scienza su questo affascinante argomento? 
Ti aspetta un viaggio nel Mito per conoscere la verità su questa intrigante teoria ma soprattutto per scoprire allo stesso tempo molte cose su di te che forse ancora non sai.



Titolo: La mente non oscura
Autore: Gianluca Giusti
Editore: Edizioni Epsil
Pubblicazione: 2015
Pagine: 252
Cartaceo: € 15,00 nei principali e-shop (Ibs, Amazon)

Sinossi
Cosa fa e cosa non fa la nostra mente. Quando si parla della mente se ne sente dire di tutti i colori, cerchiamo allora di capire come stanno davvero le cose. Molto di quello che crediamo di conoscere, o ci raccontano, è solo un affascinante mito, tanto intrigante quanto inverosimile; ma è quello che in realtà non sappiamo che invece potrebbe essere vero. Ti aspetta un viaggio fatto di affascinanti passaggi dove scoprirai molti dei perché legati al nostro cervello e alla nostra mente. Dai processi persuasivi, alla meccanica quantistica, dalle menti che non scordano nulla ai falsi ricordi, dal cosa può fare o no l'ipnosi, al perché invece è molto più facile di quanto si creda essere ingannati. Un modo per conoscere meglio te stesso e gli altri.

La nostra mini intervista:

Ciao Gianluca e benvenuto! Abbiamo il piacere di ospitare due tuoi titoli che ci hanno incuriosito: Oscuramente e La mente non oscura. Ce li presenti in breve?

Bentrovati a voi e a tutti i lettori. Come si può già intuire dai titoli sono uno, la conseguenza dell'altro. OscuraMente è il mio esordio editoriale. Tra le sue pagine viene sfatato un mito soltanto, quello secondo cui useremmo solo il 10% del nostro cervello. La mente non oscura è invece la seconda parte, dove oltre a sgretolare altri miti, il testo si completa con tutta la parte legata alla persuasione e le tecniche usate per farla funzionare.

✽ Come nasce la tua indagine sulla nostra mente? Hanno influito anche la tua formazione, il tuo lavoro?

Nel caso di OscuraMente, in modo casuale. Cercavo un testo che spiegasse in dettaglio questa storia che circola da sempre e secondo cui l'essere umano, eccetto alcuni fortunati eletti, usa solo il 10% del suo cervello. Già questa cosa della percentuale mi ha sempre insospettito ma tutto quello che trovavo erano solo articoli, ben scritti ma nessun testo. Mi sono detto allora, visto che manca, provo a scriverlo io. Da lì è nata tutta una fase di ricerca che mi ha portato alla realizzazione finale. Andando avanti poi c'erano altri miti che aspettavano un chiarimento, così intriganti quanto falsi da richiedere la seconda parte che è appunto: La mente non oscura. In realtà la nostra mente seppur grandemente dotata è più fallace di quello che si creda, con molti punti deboli dovuti a percezioni alterate. Non è un limite solo una qualità, perché è grazie alla sua imperfezione che la nostra mente ci rende umani e sentimentali. Il problema è che attraverso queste debolezze trovano il varco di entrata non solo molte false credenze ma tutta una serie di tecniche persuasive che quando sono ben strutturate e applicate diventano anche funzionanti. Vi siete mai ritrovati a comprare qualcosa senza sapere poi il motivo esatto di quell'acquisto? Se volete sapere cosa è successo nel mio libro ve lo spiego in dettaglio. Ma non vergognatevi, succede a tutti anche a certi autori. Nessuno è immune. L'aspetto della mia preparazione data dal mio lavoro ha influito in parte. Non sono testi formativi ma che informano. Mi rifaccio sempre a quello che dice la scienza e in questo caso alle neuro scienze. Il vantaggio di leggere testi come i miei è quello di informarsi su questi aspetti interessanti della mente umana grazie a un linguaggio semplice, ironico e ricco di esempi.

✽ Quale motivazione ti ha spinto a indagare sui "miti" relativi alle capacità mentali e quali sono le finalità dei tuoi scritti?

Di base l'idea che se una cosa non è vera perché voler far credere che lo sia? Perché è figa? O permette di giustificare poteri che non ci sono? Ma non se parla nemmeno. Voler far credere al grande pubblico che si possa piegare una forchetta con la forza del pensiero grazie a uso maggiore della nostra mente, può essere certamente spettacolare solo che non è vero. Può dare fama, gloria, paccate di soldi e serate in prima televisiva ma è solo un trucco e le persone devono saperlo, almeno coloro che non vogliono fermarsi alle sole apparenze. La finalità è cercare di dire le cose come stanno e di dimostrarle, poi naturalmente sarà il lettore a decidere cosa credere o cosa rivedere delle sue credenze. Mentre per la parte persuasiva invece la finalità è quella di mettere in guardia. La persuasione esiste, qui non c'entrano le pseudoscienze. È un meccanismo a scatto dove grazie a tecniche ben precise e mirate si riesce a influenzare la vittima con metodiche che molto spesso funzionano. Con una lettura attenta il lettore potrà in seguito capire come e quando si troverà al centro di queste tecniche e quindi evitarle o mandarle a vuoto. Ma quello che lo sorprenderà è di quanto siamo carenti in termini di cultura economica e di quanti svarioni si fanno nel momento di prendere decisioni monetarie. I soldi, sia guadagnati che persi, vivono di false percezioni di cui nemmeno ci rendiamo conto alterando spesso e di molto, la nostra personale idea di guadagno e di perdita.

Quale può essere il tuo "lettore ideale"?

Tutti i lettori curiosi e in cerca di risposte sono i benvenuti, in particolare quelli che non si fermano alle apparenze ma vogliono capire meglio un dato fenomeno e approfondirlo. Tra questi avrei piacere ci fossero insegnati e alunni. Aprire la mente, portarla a riflettere, a sviscerare gli argomenti invece di fermarsi solo alla parte superficiale seppur spettacolare, credo sia un obiettivo di qualunque buon insegnante. I miei sono testi razionali poco adatti, anzi per nulla adatti, a chi cerca conferme paranormali.

✽ Noi de la nostra Libreria siamo lettori curiosi verso generi e tematiche: tu come ti rapporti con la lettura?

✽ Come già detto in altre interviste io sono prima di tutto un lettore e poi, molto indegnamente autore. Se non fosse stato per tanti anni di lettura non sarei mai riuscito a scrivere nulla. Leggere ci porta a fare tutto per restando fermi nel posto in cui siamo. È un sogno che ci apre la mente.
Grazie 1000 e un caro saluto a tutti i lettori.

Ringraziamo Gianluca per la sua disponibilità e la sua gentilezza!

Gianluca Giusti nasce nel 1964. Dopo gli studi all'Isef inizia a lavorare nel settore farmaceutico in qualità di informatore scientifico, oggi nel campo dell'oncoematologia.
Nei suoi 26 anni di attività ha lavorato in varie aree specialistiche. Ciò gli ha consentito di capire i lavori scientifici e l'importanza del metodo scientifico sperimentale, a oggi unica arma a difesa del progresso e contro le pseudoscienze.
I colleghi ne storpiano il cognome Giusti in un simpatico e maccheronico inglese Jast, diventato poi Thejast con cui l'autore ha firmato alcuni degli aforismi del suo primo libro OscuraMente.
Gianluca Giusti ha letto troppo rischiando di non pubblicare mai ma, nel 2013, finalmente c'è stata la tanto agognata svolta!
Autore flessibile e competente con anni di preparazione alle spalle, fa il suo esordio editoriale con OscuraMente pubblicato con dalla casa editrice Errekappa.
Poi l'amore per Cuba e la voglia di descrivere l'isola che gli ha portato in regalo la sua splendida moglie Julia, lo ha spinto a scrivere Cuba istruzioni per l'uso, edito da La caravella editrice, il suo secondo libro. Questo libro è l'essenza e l'essenziale di un'esperienza unica che dura e rimarrà per sempre dentro di lui.
Alla sua terza pubblicazione nel 2014, Gianluca Giusti entra a far parte degli Autori di Edizioni C’era una volta con il suo attesissimo libro Qualcosa non torna.
Nel 2015 esce La mente non oscura, romanzo edito da Epsil, definito dall'autore “il mio piccolo capolavoro”. L'opera è la prosecuzione ideale del suo primo libro OscuraMente. La mente non oscura, tra l'altro, vanta la prestigiosa prefazione di Silvano Fuso.
Infine nel 2016 pubblica il suo quinto libro Sono fermo, mi muovo. Montecatini Terme, una storia nella storia, pubblicato con La Caravella edizioni è il suo primo racconto interamente ambientato nella sua città natale.

la nostra Libreria

26 commenti:

  1. La mente umana è tutta da scoprire.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cavaliere! Probabilmente libri come quelli di Giusti cercano di porre rimedio alle tante "leggende" sulle potenzialità - capacità della mente e ci danno utili informazioni per comprendere alcuni comportamenti dei quali nemmeno ci rendiamo ben conto.
      Grazie e buona settimana ^^

      Elimina
  2. Piegare le posate colla mente.... un piccolo riferimento a tal Uri Geller (che poi venne becato a barare? ahahhaahha)
    Persuasione... il supermercato dove gli articoli di marca sono all'altezza degli occhi e quelli non di marca più sotto o in alto?
    O anche i messaggi subliminali che occhio non scorge ma la mente rileva?
    Interessanti questo libri..... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! Diciamo che molte supposte capacità della mente forniscono "utili" a personaggi discutibili :P Sulla persuasione abbiamo una qualche dimestichezza con la pubblicità, con certe strategie di marketing... credo che questi due libri ci possano riservare parecchie sorprese!
      Grazie Pat, contenta che il suggerimento sia di tuo gradimento ^^

      Elimina
  3. Argomento interessante quello della mente, e anche quello della persuasione. Chissà se qualcuno lo utilizza anche in maniera inconscia, in buona fede, come talento naturale, sarebbe una domanda che mi piacerebbe rivolgere all'autore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante la tua domanda, mi sentirei di rispondere che forse sì, potrebbe accadere... Ma certamente Gianluca saprebbe darci le informazioni più corrette in proposito ^^
      Grazie mille e a presto!

      Elimina
  4. Sembrano libri molto interessanti per via degli argomenti trattati. Un saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe! Sono molto contenta di aver solleticato la tua curiosità ^^
      Ti ringrazio per l'intervento e alla prossima!

      Elimina
  5. E' bello il lavoto che fai ... mi stai facendo scoprire autori che non conoscevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! ^_^
      Si cerca di proporre qualche lettura particolare, autori che meritano molto e che non hanno la visibilità di altri, CE indipendenti e digitali che ci mettono l'anima!
      In questo caso l'argomento è assolutamente "intrippante" *_*
      Grazie Marco e buona serata ^^

      Elimina
  6. Non sono un'insegnante, non sono un'alunna, ma i testi sono molto interessanti, soprattutto perché non cerco conferme paranormali.
    Quanto è meravigliosa e sorprendente la mente umana
    Una bella segnalazione, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Marina, anche per me la curiosità è proprio quella di capire di più la nostra mente, anche rispetto alle "leggende metropolitane" inerenti.
      Sono questioni che riguardano un territorio affascinante, appunto! E forse proprio per questo motivo si tende ad "andare oltre", senza cercare la spiegazione più plausibile.
      Grazie mille!!!^_^

      Elimina
  7. Effettivamente della nostra mente non solo ne utilizziamo davvero una piccola quantità ma davvero - nonostante gli studi - ne conosciamo molto poco di come è fatta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick! Questi libri dovrebbero infatti fornire una sorta di "guida" a certi meccanismi della mente! E dovrebbero pure metterci in guardia da "leggende" e manipolazioni!
      Grazie mille ^^

      Elimina
  8. Effettivamente il discorso relativo alla percentuale del cervello che usiamo è molto radicato. Io sapevo il 20%... e poi avevo sentito che era appunto un falso mito. Tralasciando ovviamente certi soggetti che la usano all'1%! :)
    Il discorso è molto interessante in particolare il potere della persuasione e della suggestione usati in senso negativo per manipolare (in genere a scopo di lucro, ma non solo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al ribasso, insomma! XD E sì, indagare su certi fenomeni è sia affascinante che istruttivo per ciascuno di noi: se ho compreso bene, uno dei fini dei saggi è quello di aprirci gli occhi rispetto a certe dinamiche diffuse e delle quali non abbiamo consapevolezza.
      La manipolazione ha portato e continua a portare con sé parecchi guai, anche in contesti non legati al lucro, hai perfettamente ragione!
      Ciao e grazie ^^

      Elimina
  9. ahhh molto interessante che non può essere affascinato dai misteri delle mostre menti?
    Si è sempre saputo che una minima parte del nostro cervello viene usato ed ecco qui due libri che sicuramente divorerò con voracità! Grazie Glò e grazie per l'intervista!
    Bacionisssimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella, vedrai che i libri sapranno sfatare leggende e chiacchiere a proposito delle presunte capacità ;)
      Grazie mille ricambio il bacio e un abbraccio a te ^_^

      Elimina
  10. 'Naggia! Ed io che pensavo di riuscire prima o poi a far volare le cose al proprio posto solo con la forza della mente... Mi sono impegnata così tanto!... :D Mi sa che mi tocca leggere i due testi!...
    E, a parte gli scherzi, questo è un genere che mi piace e mi intriga parecchio. È bene avere le idee chiare sulla propria mente essendo essa il bene più prezioso.
    Complimenti vivissimi a Gianluca per le opere - assolutamente affascinanti e utili - e a voi tutti per l'intervista. Non rimango mai delusa quando passo di qua :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Irene, non diciamolo a Gianluca ma... io ci spero ancora! XD
      Fare chiarezza su determinate questioni è d'aiuto a tutti noi, specialmente quando entrano in ballo meccanismi "subdoli", e questi saggi ce ne offrono la possibilità.
      Siamo tanto contenti per le tue belle parole ^^ Grazie da tutti noi, e io ti mando pure un abbraccione!

      Elimina
  11. Sul fatto che non usiamo tutti il 10% del cervello sono d'accorissimo... parlando con certe persone trovo meno interazione e confronto che parlando con una colonia di Salmonella -.-''
    Un po' di saggi ogni tanto non fanno mai male, interessante segnalazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I dubbi infatti dovrebbero partire da questa tua considerazione XD
      Sono d'accordo con te, anzi sto trascurando da troppo la lettura della saggistica pur avendo tante idee e spunti :P Manca il tempo!
      Grazie mille ^_^

      Elimina
    2. Ahhh il tempo manca sempre, avrei bisogno di giornate da 42 ore e settimane da 26 giorni per fare tutto e trovare più tempo per me. E tanta, troppa pazienza...

      Elimina
    3. Bisognerebbe tentare una sorta di clonazione XD

      Elimina
  12. argomento davvero interessante, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? La mente affascina tutti noi! *_* Questi saggi sembrano poter fornire un valido aiuto per capirne alcuni meccanismi!
      Grazie mille e a presto ^_^

      Elimina